Apalone spinifera

Regno: Animalia
Phylum: Chordata
Classe: Reptilia
Ordine: Testudines
Sottordine:Cryptodira
Superfamiglia: Trionychoidea
Famiglia: Trionychidea
Genere: Apalone
Specie: Apalone spinifera
Sono riconosciute 7 sottospecie:
Apalone spinifera spinifera
Apalone spinifera aspera
Apalone spinifera atra
Apalone spinifera emoryi
Apalone spinifera guadalupensis
Apalone spinifera hartwegi
Apalone spinifera pallida

Origini ed Habitat
Il suo areale di distribuzione comprende gran parte del territorio centro-orientale degli Stati Uniti, alcuni territori meridionali del Canada e il Messico nord-orientale.
Predilige acque con corrente lenta come laghi, torrenti, canali e paludi. Ama nascondersi nei fondali fangosi o sabbiosi.

Caratteristiche
Specie di grandi dimensioni raggiunge i 50 cm da adulta. Il carapace, privo di scuti cornei e ruvido al tatto, è color verde oliva con ocelli neri e una linea marginale nera nel carapace. Il piastrone è di colore bianco o crema.
Gli arti sono dotati di membrane interdigitali vista la forte acquaticità di questa specie. Il capo è grigio e presenta due linee nere sui lati. Presenta un caratteristico naso allungato e mascelle taglienti.

Dimorfismo e riproduzione
I maschi rimangono più piccoli (22 cm) rispetto alle femmine che raggiungono notevoli dimensioni, misurando anche 50 cm. Inoltre i maschi presentano una livrea con linee e piccole macchie nere mentre le femmine hanno macchie e chiazze di maggiori dimensioni. L’accoppiamento avviene in Aprile o Maggio. Nei mesi di Giugno e Luglio si hanno le deposizioni (da 4 a 32 uova bianche e sferiche)
in buche fonde 20-25 cm. Le uova si schiudono dopo 70-90 giorni a temperature comprese tra i 26 e i 30 gradi. Diversamente dalle altre specie la temperatura di incubazione non influisce sulla determinazione del sesso. I piccoli appena nati misurano 3 cm circa.

Allevamento
Vive bene alle nostre latitudini tutto l’anno dove può svernare.
Per l’allevamento in casa sono richiesti grandi acquaterrari, almeno 150 x 70 cm viste le dimensioni che raggiunge da adulta. La vasca dovrà essere dotata di area  emersa in sughero per i baby e area emersa in sabbia per gli adulti (per eventuali deposizioni) anche se raramente gli esemplari usciranno dall’acqua. L’acqua deve essere mantenuta sui 22-23°C mediante l’uso di un termoriscaldatore. La vasca deve essere inoltre dotata di un fondale in sabbia finissima dove questa specie
adora insabbiarsi per nascondersi, cacciare e pulire il carapace da parassiti. Vista la facilità con cui è soggetta a malattie della pelle, è opportuno mantenere l’acqua molto pulita mediante l’uso di un filtro sovradimensionato e cambi parziali ogni settimana. In inverno è possibile osservare un periodo di letargo a temperature comprese tra gli 8°C e i 15°C. Vista l’indole aggressiva è sconsigliato l’allevamento
insieme ad altri esemplari della stessa sia di altre specie.

Alimentazione
Specie carnivora, si nutre principalmente di gamberi, insetti acquatici, molluschi, lombrichi, pesci e anfibi tipo rane. I piccoli vanno alimentati giornalmente; dal 4-5 mese di età è possibile alimentarle a giorni alterni.

Legislazione
Apalone spinifera ater è considerata come specie a rischio di estinzione nella RED LIST IUCN.
A cura di: Marco Galloni

Foto: Giada Garegnani