Tartarughe Forum di Discussione
30 Ottobre 2014, 15:26:01 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizia: Lo staff composto da Adele, Ares, Daisy, Giada92, Mc Gyver, Marrifioso e Tarta-Mello è presente su un nuovo forum di tartarughe e altri rettili attualmente on-line.

 
www.herpetomania.it
 
   Home Page   Indice Forum   Aiuto Accedi Registrati  
Pagine: [1]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: terrario per tartaruga nata da poco  (Letto 1391 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
kitty88
Nuovo arrivato

Scollegato Scollegato

Messaggi: 2


« inserita:: 12 Settembre 2009, 16:08:18 »

Ciao come ho già detto,sono nuova.Tra quache giorno mia cugina mi porterà una piccola tartaruga,praticamente nata da pochi giorni.Sono molto ansiosa perchè vorrei trovare una sistemazione adatta a lei e che non le faccia mancare nulla.Ho escluso la possibilità di farle trascorrere l'inverno nel giardino perchè troppo piccola,inoltre ho cani,gatti e abito in campagna.temo che il suo guscio sia  ancora troppo debole per resistere ad eventuali attacchi.Nell'attesa di costruire qualcosa di appropriato,credete che in commercio riesca a trovare qualche terrario che abbia le caratteristiche giuste?mi date consigli per l'acquisto?vorrei risolvere entro stasera massimo lunedì.Potrei tenerla in terrazzo o anche nello studio così ci facciamo compagnia<?grazie a tutti e rispondete in tanti.per la specie,ho solo una foto inviata tramite mms che non si vede molto,appena arriverà a casa pubblicherò le foto della sistemazione e della piccola.
Registrato
Omega
Utente senior
***
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 729


« Risposta #1 inserita:: 12 Settembre 2009, 16:15:51 »

Sicuramente qualcuno esperto in allevamento di tartarughe terrestri ti saprà dare molte dritte e consigli! Io l'unica cosa che ti posso dire è che, a mio avviso, l'acquisto di un terrario sono soldi spesi male o comunque non occorre spendere soldi per qualcosa di preconfezionate ed il più delle volte progettato male!

Non è difficile, credimi, realizzare un terrario ... il vantaggio del fai-da-te, oltre l'ovvia convenienza economica, sta nel fatto di poter personalizzare il terrario secondo le proprie esigenze (di spazio, posizionamento e quant'altro) e quelle della tarta!

Se ti fai un giro in questa sezione trovi dei lavori davvero ben fatti! Ad ogni modo qualcuno ti saprà dare una mano!
Buon lavoro e buona fortuna! wink
Registrato

Ω
Mc Gyver
Admin
Utente capo
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Età: N/D
Località: Fiorenza
Messaggi: 7.221



« Risposta #2 inserita:: 12 Settembre 2009, 16:48:03 »

Ciao come ho già detto,sono nuova.Tra quache giorno mia cugina mi porterà una piccola tartaruga,praticamente nata da pochi giorni.Sono molto ansiosa perchè vorrei trovare una sistemazione adatta a lei e che non le faccia mancare nulla.Ho escluso la possibilità di farle trascorrere l'inverno nel giardino perchè troppo piccola,inoltre ho cani,gatti e abito in campagna.temo che il suo guscio sia  ancora troppo debole per resistere ad eventuali attacchi.Nell'attesa di costruire qualcosa di appropriato,credete che in commercio riesca a trovare qualche terrario che abbia le caratteristiche giuste?mi date consigli per l'acquisto?vorrei risolvere entro stasera massimo lunedì.Potrei tenerla in terrazzo o anche nello studio così ci facciamo compagnia<?grazie a tutti e rispondete in tanti.per la specie,ho solo una foto inviata tramite mms che non si vede molto,appena arriverà a casa pubblicherò le foto della sistemazione e della piccola.

La campagna non ha mai fatto male alle tartarughe appena nate ,(in effetti non ho ricordanza di avere mai sentito di una tartaruga nata in Piazza della Signorìa) in quanto è lì che abitualmente nascono e vivono.
I cani invece si ; non ti preoccupare del terrario a meno che non abiti in zone talmente fredde  (non hai dato indicazione della località) da renderle impossibile la normale vita all'aperto, preoccupati invece di fare un recinto, in giardino nel quale sia perfettamente e per sempre, al sicuro dai denti dei tuoi cani , che ti assicuro faranno il possibile per saggiarne la consistenza.Almeno dicci di che specie si tratta.

Qualora si tratti di una tartaruga terrestre del genere Testudo( le più comuni) ti ricordo che sono tutelate dalla CITES e lo spostamento da tua cugina a te (denuncia di nascita compresa ) deve essere fatto secondo regole ben precise pena gravi sanzioni.
Registrato

I bravi ragazzi vanno in Paradiso , quelli cattivi, vanno dove gli pare.

Socio SHI
Adele
Admin
Utente capo
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Età: N/D
Località: Lombardia
Messaggi: 20.824


Brescia


WWW
« Risposta #3 inserita:: 12 Settembre 2009, 20:18:46 »

Il guscio di una tartaruga sarà sempre troppo debole per resistere ai morsi dei cani, quindi non è solo un problema di adesso, ma di tutta la sua vita, mentre quello di cui ha bisogno è di stare all'aperto, di prendere il sole e, al momento giusto, andare in letargo. Solo se ci sono problemi di salute vanno tenute sveglie.
Perciò ti conviene allestire fin da subito uno spazio esterno delimitato e ben protetto.
Come recinzione puoi usare diversi materiali: mattoni di tufo, pietre, listelli di legno, hai solo l'imbarazzo della scelta smiley. Meglio comunque che non veda all'esterno, cercherebbe continuamente di uscire. Il recinto dovrà essere protetto sopra con una rete a prova di cani, cornacchie e gazze.

Tieni comunque presente quello che ha scritto McGyver: non ti conviene cominciare ad allevare tartarughe partendo con il piede sbagliato. Tua cugina dovrebbe fare la denuncia di nascita e poi chiedere il permesso di cederti una tarta. Sono pratiche un po' lunghe, ma se si sbriga a fare tutto la risposta potrebbe arrivare entro la primavera, tu non avresti il problema di come gestire una neonata durante l'inverno (per i neofiti non è facile) e saresti a posto con la legge. Le tarte poi crescono, si riproducono, e da una tarta illegale possono solo nascere tarte illegali ....
Registrato


kitty88
Nuovo arrivato

Scollegato Scollegato

Messaggi: 2


« Risposta #4 inserita:: 13 Settembre 2009, 08:35:24 »

Si,avete perfettamente ragione,non so se mia cugina ha fatto già tutte le procedure,in caso contrario aspetteremo la prossima "stagione".
Un'altra domanda.e per i topi?anche se facessi un recinto ben interrato riuscirebbero comunque ad entrare scavando,quindi?come mi organizzo?

grazie a tutti e scusate per le 1000 domande,ma sono molto inesperta...ancora grazie  smiley
Registrato
Omega
Utente senior
***
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 729


« Risposta #5 inserita:: 13 Settembre 2009, 11:23:24 »

Si,avete perfettamente ragione,non so se mia cugina ha fatto già tutte le procedure,in caso contrario aspetteremo la prossima "stagione".
Un'altra domanda.e per i topi?anche se facessi un recinto ben interrato riuscirebbero comunque ad entrare scavando,quindi?come mi organizzo?

Ma se il recinto lo farai all'esterno nel tuo giardino, credo che d'inverno i topi non daranno fastidio ... in genere durante la bella stagione creano delle tane dove vi si rifugiano quando fa freddo!

Ad ogni modo, come precauzione, il recinto non costruirlo a partire dalla superficie della terra ma interralo per almeno 30 cm ... quindi facendo il caso di listelle di legno di 60cm, 30cm devi interrarli e gli altri 30 realizzano il vero è proprio recinto visibile!  wink
Registrato

Ω
Adele
Admin
Utente capo
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Età: N/D
Località: Lombardia
Messaggi: 20.824


Brescia


WWW
« Risposta #6 inserita:: 13 Settembre 2009, 14:54:08 »

Se sei a rischio topi, e non ci sono gatti, devi interrare la rete di almeno 20 cm.
Ci vuole la rete a maglie piccole (1 cm) di acciaio elettroaldato.

@ Omega: i topi non vanno in letargo, mangiano anche d'inveno, e una tarta in letargo non ha difese. Un caro amico lo scorso inverno ci ha rimesso mezzo allevamento, e non solo piccole sad.
Avevo riportato il suo racconto qui: http://www.tartarughe.info/forum/index.php?topic=4369.0
Registrato


Omega
Utente senior
***
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 729


« Risposta #7 inserita:: 13 Settembre 2009, 15:03:47 »

@ Omega: i topi non vanno in letargo, mangiano anche d'inveno, e una tarta in letargo non ha difese. Un caro amico lo scorso inverno ci ha rimesso mezzo allevamento, e non solo piccole sad.
Avevo riportato il suo racconto qui: http://www.tartarughe.info/forum/index.php?topic=4369.0

Si si ... forse mi sono espresso male! Non volevo dire che vanno in letargo! Però, almeno i topi che, purtroppo, ho nella mia campagna, quando fa freddo e piove stanno rintanati nelle loro tane! poi ne vedo qualcuno solo nelle giornate di sole o poco più calde!

Quindi credo che con la precauzione di realizzare un recinto parzialmente interrato, dovrebbe stare relativamente più tranquillo! Considerando che il recinto sarebbe nel suo giardino quindi non del tutto inabitato!
Ad ogni modo le precauzioni non sono mai troppe ... quindi meglio prenderne sempre qualcuna in più! wink Anche perché i topi si arrampicano con facilità su basse recinzioni!
Registrato

Ω
Pagine: [1]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.20 | SMF © 2006-2008, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Pagina creata in 0.17 secondi con 20 interrogazioni al database.

Ieri alle 10:21:00